Le storie dei Supersportivi:

storie di esperienze abilitative e capacità sportive-motivazionali

I Supersportivi  costituiscono una base estremamente importante per lo sviluppo e la condivisione
di esperienze di abilitazione, di capacità sportive e motivazionali. 

Federico

Dopo mesi di assiduo allenamento in piscina, nel lago del Segrino e in quello di Lecco, Federico ha attraversato a nuoto, in completa autonomia, il tratto del lago di Lecco dalla sponda di Malgrate alla sponda di Lecco; a distanza di cinque anni da questa esperienza positiva, Federico fa parte de “I Supersportivi” e si allena una volta alla settimana in piscina o in palestra. 

Franco - Papà di Federico

"Federico in quei 10 mesi ha progredito in modo consistente cominciando a fare cose che prima non si sentiva di fare, ha cominciato ad uscire da solo (limitatamente al paese in cui vive), ha acquisito sicurezza in se stesso aumentando l’autostima.”

Margherita

Arrivare a completare a nuoto lo Stretto di Messina il 6 agosto 2016 è stato complicato e faticoso, ore ed ore di lavoro in palestra e piscina, di attesa nelle stazioni, di treni presi al volo, di tempi sacrificati al riposo, tutto comunque fatto con volontà e determinazione perché lo sport insegna che per raggiungere un traguardo occorre sudare. 

Maurizio - papà di Margherita

“Attraverso lo sport Margherita ha visto spalancarsi nuovi orizzonti e soprattutto ha maturato la convinzione che “niente è facile ma niente è impossibile”.

Giacomo

7 aprile 2019: Giacomo corre la quarta frazione della staffetta alla Milano Marathon e dopo 11,80 Km taglia il traguardo ancora di corsa: è il più giovane partecipante alla competizione. Giacomo non ha semplicemente e meccanicamente imparato a correre, ma ha imparato ad avere un atteggiamento verso di sé che lo ha portato a correre bene e a prendere consapevolezza del fatto che correre gli piace e che lo può fare bene.  

Cesare e Chiara Riva - Genitori di Giacomo

“Quello che non avevamo mai trovato era un approccio motorio sportivo che potesse ovviare la sua goffaggine, la sua scarsa coordinazione e le sue difficoltà sia grosso che fino motorie; un approccio che gli desse la possibilità di praticare, ad un livello anche minimo, un’attività sportiva con piacere e soddisfazione.”

Yannick

A settembre 2014 Yannick è entrato a far parte del  settore giovanile di una importante società sportiva di atletica leggera di Milano.  Successivamente nel mese di Dicembre 2014 ha partecipato al saggio natalizio all’Arena con gli altri bambini completando tutti gli esercizi.  A seguito delle attività svolte con “I Supersportivi” Yannick ha avuto un miglioramento rispetto all’area dell’autonomia, del comportamento sociale e della comunicazione degli stati emotivi, miglioramento che ha influito nella quotidianità del soggetto e della famiglia. 

Genitori di Yannick

“Se tempo fa ci avessero detto che Yannick sarebbe stato in grado di andare fino a 3 metri sott’acqua o stare in apnea per 15 secondi, scendere con gli sci lungo una pista nera , saltare ostacoli, fare salti in alto e in lungo, andare in canoa, arrampicarsi, correre 5 giri di pista in corsia, percorrere una vasca in piscina facendo 40 capriole all’indietro, nuotare in modo quasi perfetto nei tre stili, … non ci avremmo proprio creduto.”

Carlotta

Genitori di Carlotta

“Avevamo effettuato già percorsi in questo senso ma senza ottenere risultati. Il rapporto uno a uno tra nostra figlia e Massimo la porta in breve tempo, non certo a un nuoto esemplare, ma a non aver paura dell’acqua e a galleggiare. La conseguenza è che questa estate, dopo qualche esitazione, Carlotta entra in mare. Erano tre estati che rifiutava in modo energico l’ ingresso in acqua. Vederla sguazzare allegra con il sorriso e senza braccioli, certo con una supervisione continua, è per noi genitori motivo di felicità.”

Davide

Salvatore, papà di Davide

“Come genitori abbiamo notato che nelle attività sportive in cui si cimenta con l’Associazione riesce meglio visto l’approccio metodologico che viene usato. Invece, nelle precedenti attività sportive proposte da altri preparatori ha incontrato alcune difficoltà probabilmente per il non sufficiente e inadeguato programma di allenamento. Sicuramente la scrupolosa attenzione individuale che Massimo Magnocavallo e la sua equipe danno ai nostri ragazzi fanno la differenza. I risultati visti ad oggi ci fanno ben sperare e mirare ad orizzonti ben più lontani , credendo maggiormente nelle loro capacità e negli obiettivi che potrebbero raggiungere.”

Gabriele

Sorella di Gabriele

“Dapprima la fatica è grande: Gabriele non ha mai fatto sport né in pista né in piscina. Io lo sprono a non mollare e a seguire gli insegnamenti di Massimo che devo dire Gabriele segue scrupolosamente cercando di non mancare agli allenamenti… è una persona molto precisa! Il miglioramento di Gabriele nell’attività sportiva è tangibile: impara a stare in acqua, a galleggiare e a nuotare con una tecnica precisa e definita ed anche in pista migliora la tecnica di corsa, aiutato anche dalla perdita di peso. Gabriele infatti con costanza segue un regime alimentare volto a rimetterlo in forma e a ridargli sicurezza nel gesto sportivo. Gabriele ha imparato che attraverso lo sport si può stare bene, che una parte della fatica si trasforma in endorfine e gioia per i risultati ottenuti e questo serve ad aumentare l‘autostima di un ragazzo-uomo fragile, che oggi ha bisogno e sempre ne avrà, di tutele e cure."

Matteo

Mara, mamma di Matteo

“Sento per la prima volta parlare di Massimo da una mia terapista: è uno tosto mi dicono, ma ha il dono di riuscire. Così mi annoto nome e contatto, Matteo a quel tempo aveva 4 anni. Da quel giorno comincio ad osservare Matteo, lo guardo in acqua e comprendo che è il suo elemento malgrado tutto... si malgrado tutto. Continuiamo a lavorare sodo sul lato cognitivo comportamentale e a 6 anni compiuti chiamo Massimo. Ci fa una valutazione poco tempo dopo e iniziamo il nostro percorso con lo sport. Sono 2 anni che ogni settimana accompagno 2 pomeriggi a settimana mio figlio e so che lui è riuscito come nessuno avrebbe potuto, ho stima di lui, della sua tenacia, caparbietà e passione. Tanto è stato fatto... ma il meglio deve ancora venire.”

Victor

Sergio, papà di Victor

“Abbiamo conosciuto Massimo casualmente, come spesso succede. Fin dal nostro primo incontro conoscitivo, Massimo ci ha trasmesso tutta la sua passione, entusiasmo e comunicatività per i ragazzi “speciali”. Con Victor è nato da subito un rapporto di amicizia e fiducia che ha portato da subito risultati positivi in termini sportivi e, secondo la metodologia di Massimo, in termini di autostima, coordinazione, affrontando anche aspetti più complessi e delicati del comportamento quali autonomia, sessuologia e anche didattica. La passione di Massimo lo porta anche a proporre “gite fuori porta” e sempre “speciali” in cui il rapporto e la crescita dei ragazzi si consolida. Insomma direi un ottimo metodo di crescita insieme.”

Claudio

Massimo, presidente dell'Associazione "I Supersportivi"

"Vive vicino al canale Villoresi, a Garbagnate Milanese dove lo accompagno in bicicletta divertendoci moltissimo. È migliorato moltissimo nella comprensione e nella comunicazione verbale grazie alla terapia sportiva e a quella cognitivo-comportamentale. Un supersportivo tutto tondo, anche un po' pattinatore, nuotatore e podista. Infatti si allena tutti i mercoledì in pista presso il centro sportivo CUS Milano XXV Aprile."

Dicono di noi

Video Gallery

Diventa un supersportivo anche tu!

Iscriviti all’Academy

Academy i supersportivi dichiara di trattare i dati che le sono comunicati, in forma automatizzata, nel pieno rispetto del Testo Unico sulla privacy - Decreto legislativo n.196/2003. Questo sito rispetta la privacy di ogni individuo che naviga in internet. I dati raccolti vengono utilizzati esclusivamente per rispondere alle varie richieste degli utenti e per comunicare novità sui nostri prodotti e servizi. Tutti i dati personali sono trattati in sicurezza in modo da impedirne l'accesso ai non autorizzati. È comunque possibile visitare il nostro sito anche senza fornire dati personali. Potrete in qualsiasi momento comunicarci via e-mail se volete interrompere l'invio di messaggi. Il vostro indirizzo e-mail è utilizzato solamente se avete accettato di inviarci una richiesta di informazioni tramite l'apposito form. Avete il diritto in qualsiasi momento di rivolgervi a noi per prendere visione delle informazioni raccolte su di voi e chiederne l'aggiornamento o la rettifica. Avete anche il diritto di opporvi all'utilizzo non compilando il form di richiesta informazioni.